img_2230
img_2230

MONICA BENEDETTI


facebook
instagram
twitter
youtube
whatsapp

www.iomonicabenedetti.it @ All Right Reserved 2021 | Sito web realizzato da Flazio Experience ​


facebook
twitter
youtube
instagram

I puntini di sospensione in 7 Step

2021-09-18 08:34

Monica Benedetti

Articoli, Risorse di revisione, puntini di sospensione, regole puntini di sospensione, quando usare i puntini di sospensione,

I puntini di sospensione in 7 Step

Ti spiego la regola dei puntini di sospensione in 7 step

Ti spiego la regola dei puntini di sospensione in 7 step!

Ho un caro amico che, ogni volta che scrive un post sul suo profilo facebook, lo correda così tanto di puntini di sospensione che la settimana enigmistica gli ha chiesto i diritti!


Ovviamente scherzo ma, sempre ovviamente, il mio amico è in buona compagnia.


Sono davvero tante le persone che utilizzano i puntini in maniera esasperata e molto spesso nemmeno inseriti nel loro giusto contesto.


Se anche tu ti lasci prendere la mano dai puntini di sospensione, leggi questo articolo in cui ti spiegherò le giuste regole per utilizzarli.


Le regole scolastiche sull'utilizzo dei puntini di sospensione valgono anche per gli autori di opere letterarie o testi di altri generi.


Non sono mai cambiate.


Quali sono?

Innanzitutto il numero di puntini di sospensione è tre.

 

Non devono essere due né quattro, sempre e solo tre.


Si utilizzano quando: 

 

  • in un dialogo devo far notare una pausa del discorso 
  • prima di una battuta o un gioco di parole 
  • per segnalare l'abbreviazione di parole che, scritte per intero, risulterebbero volgari 
  • nelle citazioni di testi, quando viene omessa una parte del testo


Vediamo ora, caso per caso, dove e come vanno inseriti

1) Quando devi inserire i puntini di sospensione alla fine di una frase, li devi attaccare alla parola che li precede e lasciare uno spazio dopo i puntini.

Es. lieto fine...(spazio)


2) Se dopo i puntini la frase finisce non aggiungere anche il punto, fai finire la frase con i tre puntini.


3) Se dopo i puntini di sospensione c'è una parentesi – di chiusura del discorso – o un punto interrogativo o esclamativo, lo spazio dopo non si mette. Es: lieto fine...) oppure lieto fine...?


4) Nelle pause usane sempre tre puntini e alle stesse condizioni precedenti. Es: “Sai... ti volevo dire che... niente, lascia stare


5) In un gioco di parole, ad es: “lascia l'ascia e accetta... l'accetta


6) Un esempio di abbreviazione utilizzando i puntini di sospensione per troncare una parola volgare è il classico “Ma vaff...


7) Nelle citazioni di testi si utilizzano all'interno delle parentesi quadre 

 

Es: “Nella mia religione ci insegnano che ogni essere vivente, ogni foglia, ogni uccello, sono vivi solo perché contengono la parola segreta per la vita. E' l'unica differenza tra noi e un grumo d'argilla. La parola. Le parole sono la vita Liesel. Tutte quelle pagine bianche le regalo a te per riempirle.”

 

(Brano tratto dal film Ladra di Libri)
 

Supponi di andare a tagliare questa parte del discorso:

 

"E' l'unica differenza tra noi e un grumo d'argilla. La parola."


Riscriverai, dunque la frase aggiungendo i puntini di sospensione dentro le parentesi quadre, nel punto corrispondente alla frase tagliata.

 

Es: “Nella mia religione ci insegnano che ogni essere vivente, ogni foglia, ogni uccello, sono vivi solo perchè contengono la parola segreta per la vita. […] Le parole sono la vita, Liesel. Tutte quelle pagine bianche le regalo a te per riempirle.”

Queste sono tutte le regole per un corretto utilizzo dei puntini di sospensione.


Spero che questo articolo ti sia stato utile.


Se hai domande o desideri chiedermi un articolo futuro su un argomento in particolare, scrivilo pure nei commenti e, se sei un pò orso, usa la mail o la live chat!


Grazie e Buona Scrittura

 

Monica


 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder