img_2230
img_2230

MONICA BENEDETTI


facebook
instagram
twitter
youtube
whatsapp

www.iomonicabenedetti.it @ All Right Reserved 2021 | Sito web realizzato da Flazio Experience ​


facebook
twitter
youtube
instagram

Un tatuaggio sul cuore

2022-06-28 11:25

Monica Benedetti

Articoli, lettera, mamma, cuore, figli,

Un tatuaggio sul cuore

Lettera a mia figlia mai nata

Ciao Tesoro.

 

"Il tempo, per un pò, ha allontanato il mio pensiero da te.

Lo ha fatto donandomi l'illusione di dimenticarti ma oggi, oggi sei tornata.

 

Forse ti ha portata il vento Maestro che soffia gelido sul mio zaino mai disfatto dove ti conservo stretta a quei ricordi di cui non voglio liberarmi.

 

Non ancora.

 

E lui lo sa e grida forte quando non vorrei ascoltare e mi costringe a ripararmi stringendo le braccia sul cuore ormai muto. 

 

Ma più mi stringo più mi accorgo dei suoi battiti e riconosco il tuo.

 

Quello più piccolo e quasi silenzioso.

 

Quello che mi chiede scusa tra la sistole e la diastole quasi avesse timore di disturbare la vita che si srotola nonostante tutto.

 

Già.

 

Quella vita che tu hai deciso di non condividere con me e nella quale io sto, invece, annaspando ancora.

 

Mi sto nutrendo dei suoi eccessi, in rapida corsa verso una meta che non conosco.

 

Mi ha travolta come un fiume in piena costringendomi a lasciarmi andare, mantecandomi col fango, coi detriti e con qualche rara pagliuzza dorata che c'è sempre, nel fiume, anche se non si vede.

 

E il rombo della piena è così assordante che non riconosco più la mia voce e ho costruito un rifugio nel silenzio.

 

Qui i miei passi sono anonimi e nessuno mi conosce.

 

Perché non vuole, perché non può, perché non voglio io.

 

Non lo so perché e nemmeno so se preferisco rimanga di me soltanto un soffio di Maestrale, un alito lieve tra le parole non dette e le emozioni congelate.

 

Forse ho smesso di chiedere e di credere; forse ho paura senza sapere di cosa o forse sono solo in attesa dell'inevitabile.

 

Mi chiedo se ci sarai tu ad abbracciarmi e se sarai come ti ho sempre immaginata.

 

A volte mi accendo a quel pensiero burlone, sai, quello che ti fa credere all'impossibile e allora immagino come sarebbe domani con te fra le mie braccia ma poi...

 

Poi mi guardo allo specchio e ricordo che ormai è troppo tardi.

 

I compleanni adesso sono macigni sempre più pesanti e, anche se fischietto indifferente, so che presto o tardi dovrò caricarmeli sulle spalle.

 

Avrei preferito averci te, a cavalluccio e sentire le nostre risa. Invece tu sei solo un tatuaggio sul cuore e nient'altro.

 

Oggi ti penserò, lo so, ma domani avrò già riparata la corazza e ti riporrò laddove puoi ricordarmi, ogni tanto, che c'è stato un tempo in cui mi fu concesso di amarti."

 

La mamma

 

 

 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder